Call us +39 (081) 580.22.66
Come si distribuisce la ricchezza in Europa: secondo uno studio è il Liechtenstein il paese con i cittadini più ricchi.

Un recente studio ha preso in esame il potere d’acquisto nominale degli europei, i soldi cioè che in media ogni cittadino ha a disposizione per pagare affitto, bollette e tutte le altre spese come il trasporto o le vacanze. Lo studio riguarda non solo l’Ue ma tutte le 42 nazioni del continente

Secondo lo studio di “Gfk GeoMarketing” i cittadini più ricchi d’Europa sono quelli del piccolo stato del Liechtenstein mentre i più poveri sono i moldavi. La disparità tra le due nazioni è impressionante: i primi hanno un potere d’acquisto individuale di 56mila euro l’anno e i secondi di appena 1.257. Questo vuol dire che i moldavi in un anno guadagnano un quarto di quello che guadagnano in un solo mese gli abitanti del Liechtenstein.

I primi posti della graduatoria sono occupati da Paesi ricchi come Svizzera, Norvegia, Danimarca e Lussemburgo. Tra i big ci sono comunque Germania, Francia e Gran Bretagna, in ordine dall’ottavo al decimo posto. I tedeschi hanno a disposizione un potere d’acquisto di 20,014 euro l’anno, pochi euro in più rispetto ai francesi, che seguono con 19.981 euro annuali.

Ma, secondo questo studio, Germania, Francia e Gran Bretagna messe insieme hanno da sole quasi la metà dell’intero potere d’acquisto di tutto il continente che si divide, in 39 nazioni, il restante 53% del totale

L’Italia non si piazza benissimo in questa classifica del benessere: con i suoi quasi 16 mila euro l’anno a persona non rientra nei primi 11 Paesi più ricchi e supera di poco la media europea che è di 12mila 800 euro.

Anche la Spagna, a seguito della forte crisi che l’ha colpita, si trova in questo momento in diciassettesima posizione, con circa 12 mila euro l’anno in media come potere d’acquisto. Gli europei più poveri vivono in Kosovo, Moldavia e Bielorussia, dove il potere d’acquisto medio è inferiore a due mila euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *