Call us +39 (081) 580.22.66
La crescita di Internet e dei New Media è facilitata dalla diffusione di smartphone e tablet e di app mobile.

Secondo i dati rilevati dall’Osservatorio New Media & New Internet della School of Management del Politecnico di Milano, sono i nuovi media quelli destinati ad essere protagonisti del grande cambiamento che si sta verificando. In particolare i canali che permettono la fruizione di video online, i social network, le applicazioni online ed il nuovo modo di accedere ai media digitali fornito da smartphone e tablet.

Se il mercato complessivo dei media è in continua diminuzione, con una riduzione dal 2008 ad oggi di 2,5 miliardi di Euro sui 18,4 miliardi registrati nel 2008, i nuovi media sono invece cresciuti in maniera continua.

Nell’ultimo anno la contrazione del mercato complessivo è stata del 5%, pagando il -10% registrato dai tradizionali media TV, radio e stampa. In crescita invece Internet, che dal 2008 ad oggi è passato da un peso sul mercato totale di circa un quarto, ad una fetta di mercato di un terzo dell’introito pubblicitario complessivo, con un valore di circa 5,4 miliardi di Euro.

La crescita del mercato pubblicitario legato a Internet prevista per il 2013 è di un ulteriore 6%, il che porterà il valore complessivo dei nuovi media a 5,7 miliardi di Euro, corrispondenti al 36% del mercato complessivo.

Il grande e progressivo aumento viene spiegato principalmente dal cosiddetto New Internet, ovvero il nuovo modo di accedere alla rete che presenta sette componenti fondamentali, componenti che si sono rivelate assai più adatte al mercato italiano rispetto alla normale connessione Internet e che hanno, di fatto, contribuito ad abbassare di colpo il digital divide di cui soffriva l’Italia..

Non solo la presenza dei nuovi device come smartphone, tablet e connected tv, che aumentano le possibilità e le occasioni di fruizione, ma la crescita esponenziale dei social network che forniscono un luogo di interazione fruito da ogni fascia di persone, a fronte di spazi di interazione come i forum che forniscono invece spazi di interazione solo a specifiche categorie di utenti.

Aumenta le fruibilità e si configura di fatto un mercato all’interno del quale esistono numerose categorie di soggetti. Le applicazioni semplificano l’accesso ai contenuti rendendo, assieme alla diffusione dei nuovi device, di fatto nullo il digital divide che insisteva su molte categorie di soggetti, aumenta l’offerta di contenuti fruibili a pagamento.

Il mercato italiano quindi si concentra non sulla connettività in senso lato, quanto sui contenuti fruibili e, nello specifico, sull’utilizzo dei nuovi device, sui social network, sulla fruizione di contenuti video, più graditi rispetto ai contenuti in formato testo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *