Call us +39 (081) 580.22.66
Risparmio e buon rapporto qualità-prezzo sono le ragioni che spingono gli italiani a scegliere le marche del distributore.

L‘acquisto di marche commerciali ha rappresentato nel 2014 il 18,4% del valore della spesa alimentare degli italiani, valore consistente anche se ancora lontano dal 41% registrato nel Regno Unito e Spagna e del 34% fatto segnare in Germania.

Tra le ragioni principali di acquisto dei prodotti a marchio commerciale, per il 66% degli italiani c’è il risparmio, che non è sinonimo di prodotti a basso costo ma rimanda, piuttosto, alla possibilità di poter spendere meno per gli stessi benefici offerti dai prodotti di marca, ed il rapporto qualità-prezzo della marca del distributore è ritenuto, in linea con la media europea, ottimo dal 67% dei consumatori.

Infatti, che per il 60% degli italiani la qualità della marca del distributore è migliorata, e nell’ottica della qualità sono state sviluppate nel corso degli ultimi anni linee premium e green (biologico, ecosostenibile), che oggi raggiungono circa il 10% del totale del venduto della marca del distributore.

Indicativi anche alcuni dati comparativi: il 56% degli italiani pensa che le marche private abbiano una qualità assimilabile a quella dei prodotti di marca (rispetto al 23% del 2010) e il 47% che alcune siano superiori ai brand industriali.

Ma quanto contano gli altri fattori di scelta quali assortimento ed esposizione?

Il 51% degli italiani dichiara che comprerebbe più prodotti a marchio del distributore se ci fosse maggior varietà ed il 61% vorrebbe averli a fianco dei marchi dei produttori in modo da poter più facilmente compararne caratteristiche e prezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *